One Response

  1. Antonio Cacciola
    Antonio Cacciola
    29 giugno 2013 at 14:48 | Reply

    Si fa così. Si deve mettere il cuore. Senza pudore. Come quando si fa l’amore. Senza limiti. Coinvolgenza. Disposizione e pazienza.
    Amare un luogo e parlarne è come parlare della persona amata dopo uno stratosferico orgasmo, mentre si rientra nell’atmosfera. Il nostro paese è il paradiso terrestre dei credenti e degli atei, dei cattolici e dei mussulmani. Luci infinite dei cattolici e donne (o uomini) bellissime degli altri. Fiori e profumi, improvvise diversità e non spiegabili sensi di unitarietà per chi non crede oltre ma crede qui!

Leave a Reply